Registrati
Home Notizie Galleria foto Video Pubblicazioni Eventi Amici Chi siamo
Mauro Contò
Ins: 23/02/2012 - 05:29
Autore:
Giuseppe Caccialupi

> Vota la foto 1 2 3 4 5
Mauro Contò
Ingrandisci foto
Descrizione:
Mauro Contò è nato a Napoli il 18/09/1918 da Leopoldo Contò, fabbro, e Vincenza Cassotta, casalinga, ed è deceduto a Bisceglie, dove ha sempre vissuto l’11/02/2002.

Mosso da un profondo senso di appartenenza e dall’amor patrio, è partito come volontario nella Regia Aeronautica il 20 gennaio 1938, ha prestato giuramento il 4 marzo 1938 presso il Comando distaccato Spec. R.A. di Napoli e rientrato, facendosi onore, in licenza illimitata il 16 gennaio 1944. E’ stato collocato in congedo illimitato il 7 luglio 1945. Divenne aviere scelto motorista nel Centro Regia Aeronautica della Sardegna con la votazione definitiva di 17,566 ventesimi (matr.89).
Entrò a far parte come aviere scelto motorista, nel 132° Gruppo Autonomo Aerosiluranti capeggiato dal leggendario Capitano Carlo Emanuele Buscaglia, sui velivoli S79 (Savoia-Marchetti), definiti dai marinai “gobbi maledetti” a causa della torretta superiore dov’erano posizionate e quasi occultate, due mitragliatrici. La squadriglia dei “gobbi maledetti” divenne in guerra la protagonista del cielo, grazie al valore ed all’addestramento degli equipaggi, ed i nomi dei piloti come Buscaglia, Faggioni, Graziani, Aichner, erano temuti dalle forze navali di stanza nel Mediterraneo.
l'aviere 1° motorista Contò Mauro in licenza premio assieme alla sorella Tonina Contò e il cognato Vito Salerno a Roma l'11 maggio 1940.
(In foto: l'aviere 1° motorista Contò Mauro in licenza premio assieme alla sorella Tonina Contò e il cognato Vito Salerno a Roma l'11 maggio 1940. )


I valorosi eroi dei grossi Savoia-Marchetti S79, inflissero tante dure perdite alla Royal Navy volando nei cieli sulla vasta zona compresa tra Cipro, Rodi, Creta e la costa egiziana e libica. I numerosi successi, ottenuti grazie all’ abilità delle squadriglie e dei loro comandanti, non erano privi di grandi rischi per gli equipaggi dei “Gobbi Maledetti” in quanto, per poter silurare le navi britanniche, obiettivo delle loro incursioni, erano costretti a volare a bassissima quota ed a breve distanza da esse, esponendosi, in questa maniera, al temibile fuoco contraereo delle fitte formazioni navali attaccate. L’aviere Mauro Contò fece parte della squadriglia di S79 che, attaccando, coi siluri e a bassa quota, mise fuori uso gli incrociatori pesanti: Kent, Liverpool e Glasgow. Prese parte anche all’affondamento di numerose navi mercantili, chiaramente obiettivi nevralgici per le capacità di rifornimento dell’ allora “nemico”.
col suo 132° gruppo vicino ad un S-79 Mauro Contò Il ricordo più emozionante raccontato da Mauro Contò, mite figura animata da un elevatissimo amor patrio, è stato l’impresa compiuta il 13 Ottobre 1941 a bordo del velivolo del Ten. Rodolfo Graziani, durante la quale, sfiorando le acque del Mediterraneo ad un’ altezza di volo più bassa dell’albero della nave stessa, venne sganciato il siluro che colpì la corazzata “Barham” portandosi, successivamente, all’attacco della “Queen Elizabeth” dove le vennero arrecati numerosissimi danni. A seguito delle tantissime missioni sugli aerosiluranti “Gobbi Maledetti”, Mauro Contò fu insignito di cinque alti riconoscimenti:
CROCE al Valor Militare, azione del 9 luglio 1940;
MEDAGLIA DI BRONZO al Valor Militare nel Cielo del Mediterraneo Orientale, il 13 ottobre 1941;
Medaglia di bronzo
MEDAGLIA D’ARGENTO al Valor Militare il 15 novembre 1941;
Medaglia d'argento
CROCE al Valor Militare il 14-15 giugno 1942;
Medaglia d'argento 25 Giugno 1942 - il Duce Benito Mussolini passa in rivista ed elogia gli equipaggi che hanno partecipato alla battaglia aeronavale del 14 giugno 1942. Fra gli equipaggi, il biscegliese pluridecorato Mauro Contò. In occasione della battaglia aeronavale del 14-15 giugno 1942, Mauro Contò fu elogiato della Croce di Guerra al Valor Militare direttamente dal Duce Benito Mussolini con la seguente motivazione : Partecipava quale specialista di bordo di velivoli aerosiluranti alla luminosa Vittoria dell'Ala d'Italia.
Cielo del Mediterraneo 14-15 giugno 1942.
(In foto: 25 Giugno 1942 - il Duce Benito Mussolini passa in rivista ed elogia gli equipaggi che hanno partecipato alla battaglia aeronavale del 14 giugno 1942. Fra gli equipaggi, il biscegliese pluridecorato Mauro Contò. In occasione della battaglia aeronavale del 14-15 giugno 1942, Mauro Contò fu elogiato della Croce di Guerra al Valor Militare direttamente dal Duce Benito Mussolini con la seguente motivazione : Partecipava quale specialista di bordo di velivoli aerosiluranti alla luminosa Vittoria dell'Ala d'Italia. Cielo del Mediterraneo 14-15 giugno 1942.)
MEDAGLIA DI BRONZO al Valor Militare l’8 novembre-10 dicembre 1942.
Rodi 1942, il Governatore amm.glio Inigo Campioni ( l’ultimo governatore italiano del possedimento italiano delle isole Egee) assegna la medaglia di bronzo all’aviere Mauro Contò del 132° gruppo aerosiluratori comandata dal
mitico cap. Emanuele Buscaglia.
(In foto: Rodi 1942, il Governatore amm.glio Inigo Campioni ( l’ultimo governatore italiano del possedimento italiano delle isole Egee) assegna la medaglia di bronzo all’aviere Mauro Contò del 132° gruppo aerosiluratori comandata dal mitico cap. Emanuele Buscaglia.)


Congedo Militare Foglio Matricolare
Foglio Matricolare Foglio Matricolare
Foglio Matricolare Foglio Matricolare
Foglio Matricolare Foglio Matricolare
Foglio Matricolare Foglio Matricolare
Foglio Matricolare

Al ritorno dalla guerra entrò a far parte dell’ istituendo Corpo di Polizia Municipale di Bisceglie dove, sempre animato dallo spirito del “Dovere”, rimase fino al 1978, anno della sua pensione da Vigile Urbano.
Mauro Contò vigile urbano

E’ stato, dal dopoguerra fino alla morte, Presidente locale dell’Istituto del “Nastro Azzurro” fra decorati al Valor Militare, Ente Morale apolitico e apartitico che si propone, tra l’ altro, di nobilitare il segno del valore, richiedendo ai propri associati, la rigida osservanza delle leggi dell’onore e del dovere in ogni atto della loro vita privata e pubblica e la sua vita ne è stata lo specchio.
benedizione della bandiera combattenti e reduci benedizione della bandiera combattenti e reduci premiazione anni 80 benedizione nastro azzurro

Nella sua vita privata di fervente cattolico praticante, è stato fino alla morte, Presidente, nonché prezioso animatore, dell’Associazione “Madonna dell’Altomare” presso la Parrocchia di “San Silvestro” a Bisceglie.
Chiesa S. Silvestro Chiesa S. Silvestro Chiesa S. Silvestro Chiesa S. Silvestro Ringraziamento del sindaco cozzoli al sacrario militare

Mosso da una profonda sensibilità verso le difficoltà di integrazione dei ragazzi ultradiciottenni diversamente abili, è stato tra i fondatori, nell’aprile del 1990, della Cooperativa Sociale “ Uno Tra Noi”, la cui mission era ed è, quella di incentivare le abilità espressive-cognitive di questi ragazzi, tesa ad una maggiore capacità di socializzazione e ad una possibilità di vita meglio adeguata alle capacità ed aspettative di ciascuno di loro.

Inoltre, sempre nello spirito di vicinanza al citato disagio, è stato tra i fondatori, nel 1998, dell’associazione di genitori, “Pegaso” Onlus,. Quest’ ultima, nell’ ottica del progetto “Dopo di noi” aveva ed ha come mission la costruzione e gestione di una casa alloggio, dove i ragazzi disabili possano vivere la sfera delle autonomie e delle relazioni in un contesto simile a quello familiare e domestico.

Mauro Contò, ciò che è stato e ciò che ha rappresentato, è la salvaguardia degli ideali per i quali molti hanno sacrificato la propria vita e per i quali è doveroso il ricordo della Comunità.

E’ stato uomo mite e retto, coniuge esemplare, padre e modello per i figli e per quanti lo hanno conosciuto, nonno affettuoso e benevolo verso i nipoti.





Foto ricevute per gentile concessione delle figlie Ippolita e Vinicia Contò




Un ringraziamento particolare a Giuseppe Rana - Editore de "Il Ponte Lama Magazine" coll. de "La Diretta" e "Bisceglielive"
Scarica foto ad alta risoluzione
(per scaricare il file è necessario essere registrati)
Invia ad un amico
Il finale
Ins: 08/17/2012 - 08:38
Autore:
McHarthy
E' stato uomo mite e retto, coniuge esemplare, padre e modello per i figli e per quanti lo hanno conosciuto, nonno affettuoso e benevolo verso i nipoti.

manca soltanto.. una prece
Nome
E-mail (Non verrá mostrata)
Titolo
Commento
;-) :-) :-D :-( :-o >-( B-) :oops: :-[] :-P
Per prevenire lo SPAM automatico, ti preghiamo di inserire nella text-box il testo che visualizzi nell'immagine. Il tuo commento verrá inserito solamente se la stringa combacia. Inoltre controlla che il tuo browser supporti i cookie, altrimenti il sistema non riconoscerá il controllo e non ti sará inserito il commento. Grazie.



This comment form is powered by GentleSource Comment Script. It can be included in PHP or HTML files and allows visitors to leave comments on the website.
Home | Notizie | Galleria foto | Video | Pubblicazioni | Eventi | Amici | Chi siamo
© 2008 Centro Studi Biscegliese

Hanno visitato il nostro sito 173.118 utenti. Designed by D. Di Ceglie
A. Mazzilli - G. Caccialupi