Registrati
Home Notizie Galleria foto Video Pubblicazioni Eventi Amici Chi siamo

Questo luogo di incontro è una finestra sul mondo. È una novità perché la storia della città con le sue radici viene messa in mostra ed a disposizione di tutti. Da ognuno noi vorremmo ricevere contributi e materiale, tutti possono ottenere quanto è posto in questo sito. Il Centro Studi Biscegliese vuole salvare ogni memoria di questa città e lasciarla a chi verrà dopo di noi perché ognuno sappia riconoscere la sua storia personale. Grazie a tutti quelli che vorranno sostenere il nostro impegno da adesso e per quanto sarà possibile.

TOMMASO FONTANA
This meeting place is a window on the world. It is an innovation because the history of the city with its roots comes on hand put in extension and available to everyone. From everyone we would to receive contributions and materials, all can obtain how much are placed in this site. The center studies of Bisceglie wants to save every memory of this city and to leave it who will come after us because everyone could recognize its personal history. Thanks to those which will support our engagement from now and for how much will be possible.


Este lugar de encuentro es una ventana sobre el mundo. Y una novedad porque la historia de la ciudad con sus raìces es puesta en exhibición y a disposición de todo. De cada uno nosotros querrìamos recibir contribuciones y material, todos pueden conseguir cuanto es puesto en este sitio. El centro estudia biscegliese quiere salvar cada memoria de està ciudad y dejarla a quien vendrà después de nosotros porque cada uno sepa reconocer su historia personal. Gracias a todos los que querràn sustentar ahora nuestro empeño de y por cuànto sera posible.


Diese Begegnungsstätte ist eìn Fenster zur Welt. Es handelt sich um eine Neuigkeit, weil die Geschichte der Stadt ausgesteiit wird und für jedermann zugänglich ist. Wir würden geme von jedem Beitràge und Materialien bekommen, und jedem ist der Inhalt dieser Seite zugänglich.Das Lernzentrum in Bisceglie möchte jede Erinnerung dieser Stadt bewahren und sie unseren Nachkommen übergeben, damit jeder seine persönliche Geschichte erkennen kann. Ein Dankeschön an alle, die uns von jetzt an im Bereich ihrer Möglichkeiten helfen wollen.


Este lugar de encontro, è uma janela no mundo. È uma novidada, porque a historia da cidade com suas raizes, sera posta em mostra a disposiçao de todos! De cada um, querelo receber contributos e materiais. Todos podem obter o quanto e colocado neste sito. O Centro Studi Biscegliese, quer salvar cada memoria desta cidade, e deixar a quem vier depois di nos, para que cada um saiba reconhecer a sua propria historia pessoal! Obrigado a todos que quizerem apoiar o nosso empenho de agora, e di quanto mais sera passivel.


LA STORIA

Il Centro Studi Biscegliese è stato ricostituito a Bisceglie il 13 gennaio 1992 presso lo studio del notaio Pietro Consiglio. I soci fondatori sono stati Tommaso Fontana, Antonio Cortese e Ruggiero Francavilla. Lo scopo della ricostituzione del Centro Studi è quello di svolgere attività divulgativa della cultura della città di Bisceglie e della Puglia oltre che dei temi culturali generali. Molte intenzioni si sono tradotte in pubblicazioni, sponsorizzazioni culturali, edizioni di mostre ed attività di diffusione della cultura, della tradizione locale e pugliese. Lo spirito che ha animato queste manifestazioni ha trovato sostegno concreto in tanti amici che hanno collaborato e sostenuto economicamente il Centro Studi. Questi amici sono presenti nella categoria "amici". L'attività vuole proseguire e continuare nel tempo per l'arricchimento di tutti quelli che vorranno visitare il sito ed esserci vicini in qualunque parte del mondo. Questo sito è aperto a ricevere il contributo di quanti vorranno farci pervenire pubblicazioni, fotografie, filmati e documenti che potranno essere inseriti previa visione e approvazione dei gestori del sito. Tutto il materiale presente può essere scaricato gratuitamente fatto salvo il diritto di autore che richiede obbligo della citazione della fonte in caso di stampa o divulgazione con altro mezzo del materiale prelevato dal sito del Centro Studi Biscegliese. Tale obbligo e garanzia varranno anche sui contributi di quanti vorranno inserire altri documenti. Noi ringraziamo in anticipo quanti vorranno collaborare a migliorare il sito e incrementare la sua dotazione. A questo punto è opportuno riferire di un'attività che ha preceduto l'attuale Centro Studi Biscegliese. Le origini. II 29 giugno 1972 veniva riaperta al culto la Cattedrale di Bisceglie, che, tra il 1965 ed il 1972, come altre cattedrali pugliesi, aveva subito radicali restauri tendenti a riportare il monumento alla sua fisionomia originaria. In nome del "ripristino" dello stile romanico erano state eliminate tutte le aggiunte e le trasformazioni successive. Andarono così distrutti o dispersi gli altari laterali, le balaustre, il pulpito oltre a dipinti, sculture, arredi, iscrizioni e quant'altro la pietà dei fedeli aveva accumulato nel corso di intere generazioni, cancellando in definitiva alcuni secoli di storia del principale monumento cittadino. Nel 1974 alcuni giovani, tra i quali Alfredo Berarducci, Gino Cosmai, Giacinto La Notte, Luigi Palmiotti e Pinuccio Valente, ritenendo che le testimonianze storico-artistiche della città dovessero restare patrimonio di tutti, promossero la costituzione di un'associazione culturale, denominata Centro Studi Biscegliese, che aveva per scopo quello di divulgare la conoscenza del patrimonio culturale tra i cittadini perché gli stessi potessero riappropriarsene, bloccando l'esodo di opere d'arte dalle chiese e recuperando quelle disperse. Giacinto La Notte, richiamando idealmente l'opera di raccolta delle memorie della Chiesa locale iniziata dal Vescovo Sarnelli, ottenne dall'Arcivescovo Giuseppe Carata l'uso del palazzo vescovile come sede dell'associazione, dove, con una paziente opera di recupero, si venne a formare una notevole collezione di dipinti, che nel 1980 ebbe formale riconoscimento con l'istituzione della Pinacoteca Diocesana di Bisceglie. All'associazione aderirono ben presto vari professionisti e cultori di storia locale tra cui il Prof. Mario Cosmai, la Prof.ssa Vittoria Fontana, il Dott. Girolamo Di Gregorio, il Dott. Luigi Carbonara, l'Avv. Giuseppe Simone ed il Prof. Giuseppe Dell'Olio, i quali con il loro prestigio personale appoggiarono le richieste di finanziamento dell'attività di recupero presso il Comune e la Banca di Bisceglie. Sotto l'egida del Centro Studi Biscegliese venne pubblicato il volume "Proverbi biscegliesi" del Prof. Mario Cosmai. Un breve resoconto delle iniziative del Centro Studi Biscegliese è pubblicato sulla terza pagina di un foglio locale, "La voce di Bisceglie", numero unico del dicembre 1974. Si fa riferimento al recupero di alcuni ritratti dei Vescovi di Bisceglie e di un dipinto raffigurante la Sacra Famiglia con S. Giovannino, proveniente dalla Chiesa della Misericordia, che oggi sono esposti nel nostro Museo Diocesano. Altro filone di interventi riguarda il patrimonio archivistico con il recupero, in occasione della parziale demolizione del Palazzo Schinosa, di documenti provenienti dall'archivio della famiglia Tupputi Schinosa, che vennero depositati presso l'Archivio Storico Diocesano. In esso confluirono successivamente altri documenti antichi, come l'Inventario della biblioteca dell'antico Convento francescano di S. Maria delle Grazie, recuperato sul mercato antiquario dal Dott. Tommaso Fontana, al quale si deve il rilancio dell'attività dell'associazione, che negli anni ottanta era coincisa sostanzialmente con quella del Museo Diocesano e dell'Archeoclub d'Italia -Sezione di Bisceglie. Riportiamo di seguito: Da “La voce di Bisceglie”-numero unico - dicembre 1974. Titol,o dell'articolo: "Il Centro Studi biscegliese" E' con vivo compiacimento che apprendiamo e pubblichiamo la notizia della costituzione in Bisceglie del Centro Studi Biscegliese. Scopi principali di questa Associazione, che ha sede in Largo S. Donato (Palazzo Episcopale), sono: ricercare, studiare, salvaguardare e valorizzare i beni culturali, naturali ed artistici della Città di Bisceglie e della sua area culturale; condurre e promuovere ogni altro studio sulla Città, sotto qualsivoglia aspetto (storico, sociale, economico, turistico, agricolo, industriale ecc.) che sia di stimolo e di ausilio per la soluzione dei problemi relativi; raccogliere e coordinare le risultanze degli studi e delle ricerche a tal fine compiuti; promuovere attorno a sé ed alle proprie iniziative la più ampia partecipazione di tutti coloro i quali sentono di dare il loro contributo di idee ed esperienza; collaborare con i Ministeri competenti, l'Ente Regione e loro organi periferici, oltre che con altri Enti e Associazioni, per il miglior conseguimento dei fini sociali; ed inoltre pubblicizzare l'attività del Centro ed i risultati conseguiti mediante pubblicazioni saltuarie o periodiche; l'organizzazione di convegni incontri, mostre e l'uso di ogni opportuno mezzo di informazione. Varie sono le iniziative e le attività, svolte dal Centro Studi a tutt'oggi,specialmente nel settore del recupero e della salvaguardia dei beni culturali. Si ricordi, tra l'altro, il recupero e la esposizione permanente nella Sacrestia della Cattedrale di ben nove antichi ritratti ad olio di Vescovi biscegliesi ed il ritrovamento nella chiesa di S. Matteo di altre antiche e pregevoli tele. Altro apposito settore, presso il laboratorio di restauro della Soprintendenza di Bari e sotto le direttive della medesima, ha restaurato un pregevole dipinto ritrovato nella chie sa della SS. Misericordia in deplorevoli condizioni. Di notevole interesse è anche il materiale documentario e bibliografico raccolto nell'archivio del Centro in cui figurano opere inedite o rare come le introvabili «Réfìexions» del marchese D. Tupputi. Da ultimo, tra gli studi e le ricerche svolte dal Centro Studi, che sono autentici contributi alla conoscenza dei «nodi» di antiche questioni apparentemente filologiche, topografìche e toponomastiche, ma che in realtà sono rivolte alla ricostruzione delle vicende economico-sociali della nostra antica «Universitas», ricordiamo la pubblicazione, a cura del Centro Studi, del volume «Proverbi biscegliesi» del prof. Mario Cosmai. Fermamente convinti della importanza di tali iniziative, dal momento che la conoscenza del passato e la conservazione delle sue vestigia vanno assumendo ovunque dimensioni di sempre più largo impegno popolare, ci auguriamo che essa incontri nella cittadinanza il maggior numero di con sensi e la più ampia partecipazione. Così viene descritta l'Associazione. Tutto questo oggi è ormai patrimonio del tempo e della storia, adesso diciamo grazie a quanti vorranno costruire un percorso nel futuro che faccia riferimento alla civiltà di cui la cultura è la radice.
TOMMASO FONTANA

Centro Studi Biscegliese
Dott. Tommaso Fontana
Via Aldo Moro, 99 - 76011 Bisceglie BT
tel 080 396 8449 mobile 339 224 3663

info@centrostudibiscegliese.it
Home | Notizie | Galleria foto | Video | Pubblicazioni | Eventi | Amici | Chi siamo
© 2008 Centro Studi Biscegliese

Hanno visitato il nostro sito 121.537 utenti. Designed by D. Di Ceglie
A. Mazzilli - G. Caccialupi